GIARDINI ITALIANI

CONDIZIONI

LA QUOTA COMPRENDE

  • Quattro notti in Hotel con trattamento di pernottamento e prima colazione;
  • Aperitivo a Villa Sermolli;
  • Tutte le cene in Hotel;
  • Servizio di guida parlante italiano per tutta la durata del tour;
  • Bus a disposizione per l’intero tour;
  • Ingressi e le visite guidate ai giardini e ai monumenti menzionati nel tour;
  • Assistenza Promotuscia;
  • Assicurazione medico-bagaglio.

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • Volo aereo;
  • Bevande ai pasti;
  • Facchinaggio in hotel;
  • Tassa di soggiorno in Hotel;
  • Extra, mance e tutto quanto non espressamente menzionato nella voce “La quota comprende”;

HOTEL

ITINERARIO

FIRENZE E PARMA TRA VILLE E GIARDINI

Giorno 1

Partenza dall’aeroporto o la stazione ferroviaria di Firenze.
Sistemazione alberghiera presso il Loggiato dei Serviti.
L’hotel si trova in splendida posizione di fronte all’Ospedale degli Innocenti disegnato dal Brunelleschi, nella piazza della Santissima Annunziata.
Cena e pernottamento in Hotel.

Giorno 2

Prima colazione in Hotel.
Incontro in Hotel con la guida per una visita guidata di Firenze.
Il tour comincia con Palazzo Guicciardini che fu la residenza della famiglia Guicciardini, proveniente dalla Val di Pesa attorno alla seconda metà del XIII secolo. E’ dotato di un bellissimo giardino con un’importante collezione di camelie.
Si continua con il Palazzo Corsini al Prato. Alessandro Acciaioli grande appassionato di botanica, costruì un giardino a tettoia nel Borgo Ognissanti. Nel 1591, avendo bisogno di più spazio decise di acquistare un terreno nell’area denominata Prato di Ognissanti, affidando a Bernardo Buontalenti  il compito del progetto.  Nel 1621 guai finanziari costrinsero la famiglia a vendere la proprietà  incluso il palazzo non ancora completato a Filippo di Lorenzo Corsini il quale decise di affidare il progetto a Gherardo Silvani. Il disegno del giardino non è stato più cambiato ed è diviso in due parti da una stradina centrale. In entrambi i lati ci sono delle statue poste in ordine decrescente che creano un effetto molto suggestivo.
Più tardi visita a Villa Gamberaia a Settignano. La villa appartenne alla monache Benedettine di San Maerino fino al XIV secolo. Nel 1610 Zenobi di Andrea Lapi la acquisì e nel 1718 venne ceduta a Capponi che donò alla villa l’attuale aspetto. In questo periodo vennero realizzato il giardino posteriore concepito come un cortile decorato con motivi rustici e posizionato su un livello superiore rispetto al palazzo. Sculture raffiguranti animali, un giardino di aranci con limoni in vasi e querce millenarie sono presenti in esso.
Al termine della visita, rientro in Hotel, cena e pernottamento.

Giorno 3

Prima colazione in Hotel.
Nella prime ore della mattina visita a Palazzo Budini Gattai, sito vicino all’Hotel. Ugolino di Jacopo Grifoni, segretario del Duca Cosimo ‘De Merdici nel 1549 comprò alcune case tra Piazza Santissima Annunziata  e Via de’ Servi. Le fece demolire e rimpiazzare con un palazzo che diede prestigio alla famiglia. Attorno al 1573 fu creato il giardino all’italiana e eretto una fontana monumentale con statue di Giasone, Venere e mostri marini realizzati dallo scultore Giovanni Bandini.  Nel ‘700 il giardino venne allargato e alla fine del ‘800 vennero inserite delle mirabili collezioni di camelie e azalee. Altri elementi decorativi del giardino sono la bellissima serra di vetro e metallo e il “monumento dell’albero scomparso”,  creato nel 1908 in memoria di un esemplare di secolare Laurus camphora, seccatosi durante l’inverno. Un altro importante sito che verrà visitato sarà il Museo Bardini. Recentemente anche il giardino attiguo è stato riaperto. Si estende su un lato della collina ed è una piccola rappresentazione di Boboli.
Visita a Villa Bardini che ospita diverse mostre come Cabianca e i Macchiaioli. Il giardino Bardini offre una grande quantità di piante rare e esotiche.
La vista di Firenze dalla terrazza panoramica è veramente imperdibile.
Tempo a disposizione per il pranzo.
Di seguito visita a Villa La Petraia.
La Villa, con un’imponente porta di metallo posta tra statue e grandi vasi, è raggiungibile tramite un lungo viale di cipressi. Il banchiere Francesco Sassetti, nel 1460, acquistò e in parte trasformò la proprietà che passò al Cardinale Capponi nel 1547 che le diede l’attuale forma. La villa fu utilizzata come sede dell’ambasciata di Prussia nel periodo in cui Firenze fu capitale del Regno d’Italia. Nel XX secolo i nuovi proprietari Arthur e Hortence Acton iniziarono il rinnovo del giardino. L’unica parte che rimase originale è quella del giardino dei limoni. Fu costruito un giardino all’italiana arricchito da spazi aperti con vedute sulla campagna e da elementi decorativi utilizzati nelle “stanze di verzura”.
Nel tardo pomeriggio trasferimento a Parma e sistemazione alberghiera presso il 4 stelle Hotel Du Parc.
L’Hotel, situato nel centro di Parma è collegato tramite un ponte al Parco Ducale ed è in stile Art Nouveau.
Cena e pernottamento in Hotel.

Giorno 4

Colazione in Hotel.
Visita guidata di Parma e al suo splendid centro storico.
Incontro con la guida in Hotel.
Visita del Palazzo Ducale, al monumentale complesso di Pilotta e il teatro Farnese.
Tappa alla Galleria Nazionale, al Duomo datato attorno al 1106 con i suoi splendidi affreschi realizzati dal Correggio e il battistero in marmo rosa.
Pranzo libero.
Nel pomeriggio partenza per Colorno per visitare la Reggia.
Di seguito visita al castello di Torrechiara, situato sulle colline di Langhirano e Feline, costruito da PierMaria Bianco Pellegrino; è considerato uno dei castelli più affascinanti del mondo ed è stato utilizzato come location per molti film.
Più tardi visita alla Badia della Madonna della Neve con il suo piccolo museo attiguo.                                                                                                                                     Cena e pernottamento in Hotel.

Giorno 5

Prima colazione in Hotel.
In mattinata arrivo nei pressi di Pistoia per la visita dei visita del caratteristico borgo di Buggiano Castello detto anche “Borgo degli Agrumi” per scoprire incantevoli giardini privati all’interno del caratteristico borgo medievale che attestano la tradizione tipica della valle della Valdinievole della coltura dell’orto-giardino e rinnovano le antiche consuetudini di ospitalità e accoglienza della piccola comunità di Buggiano Castello.
Di seguito visita a Villa Sermolli, dotata di splendide sale affrescate, uno splendido giardino barocco e una deliziosa terrazza panoramica da cui godere il panorama della valle di S. Gimignano e Volterra.
Nel pomeriggio trasferimento al Vivaio di Oscar Tintori.
Cresciuta attorno ad un solido nucleo familiare, arrivato oggi alla terza generazione, l’azienda ha saputo conciliare l’entusiasmo e l’amore per le piante con le sempre nuove esigenze di selezione e di miglioramento.
Gli Agrumi ornamentali sono richiesti non solo in Italia ma in tutto il mondo e chiunque venga, anche per semplice curiosità a visitare le serre Tintori , ha sempre mostrato meraviglia per la vitalità e la generosità di queste piante. Poiché gli agrumi non vengono acquistati come comuni fioriture stagionali ma come piante da amare, curare, mantenere nel tempo, e per crescere necessitano di alcune specifiche attenzioni.
Al termine della visita partenza per l’aeroporto o la stazione ferroviaria e fine dei servizi.