GIARDINI D’ EUROPA

CONDIZIONI

LA QUOTA COMPRENDE

LA QUOTA NON COMPRENDE

HOTEL

  • Parador Hostal dos Reyes Catolicos***** – Santiago
  • Parador de Pontevedra****
  • Carris Porto Ribeira****
ITINERARIO

VIAGGIO IN GALIZIA

Terra delle Camelie

Giorno 1

Arrivo all’aeroporto o alla stazione ferroviaria di Porto.
Incontro con la guida locale e il nostro accompagnatore, Dott. Maurizio Usai architetto paesaggista  e partenza per Santiago de Compostela in bus privato.
Lungo il tragitto sosta presso la storica città di Braga per la visita del Palácio dos Biscainhos e i suoi giardini.
Il palazzo di epoca barocca fu costruito nel XVII secolo per volontà del Dott. Costantino Ribeiro, una delle personalità più importanti di Braga e fu poi rivisitato successivamente dal celebre architetto Manuel Fernandes de Silva.
Arrivo in serata presso il Parador Hostal dos Reyes Catolicos***** a Santiago.
Cena nell’esclusivo restaurant dell’hotel e pernottamento.

Giorno 2

Prima colazione in hotel.
Partenza per Vedra e visita del Palazzo de Santa Cruz de Rivadulla, dove potremo ammirare una singolare collezione di camelie, le cui origini risalgono al principio del XIX secolo; questa collezione si può considerare la migliore della Galizia, perché annovera almeno cinquecento varietà diverse. È emozionante vederle in piena fioritura, specialmente nella Carrera de la Novias e nella Carrera Grande, viali che espongono 72 grandi esemplari. Altri elementi da segnalare sono il viale di olivi centenari, probabilmente del XVI secolo, unico nel nord della Spagna, la cascata e la strada dei bossi, spettacolare tunnel fiancheggiato da enormi arbusti di questa specie.
Trasferimento al Palazzo de Vista Alegre, un luogo particolare, elegante, dove potremo fare una piacevole passeggiata tra azalee e buganvillee centenarie, in un complesso botanico di 18 mila metri quadrati nel quale fanno capolino qua e là sorgenti d’acqua spontanee.
Seconda colazione inclusa, all’interno della proprietà.
A seguire visita del leggendario  Pazo de Oca di proprietà del Duca di Segorbe È forse l’esempio più rappresentativo dell’architettura dei palazzi tipica della Galizia, un complesso notevole per la ricchezza architettonica e botanica. Le sue origini risalgono al XIII secolo, ma il suo stato attuale è in gran parte il risultato della trasformazione a cui la proprietà è stata sottoposta nel XVIII secolo, quando furono creati i bei giardini che circondano la residenza. In questa circostanza l’acqua diventa l’elemento di spicco, trattata con maestria, raccolta in due grandi stagni dove affiora un curioso isolotto a forma di barca, scolpito nella pietra con le figure di due marinai.
Rientro in hotel.
Cena e pernottamento in hotel.

Giorno 3

Prima colazione in hotel.

Visita a Santiago del Pazo di San Lorenzo, un esempio di monastero medievale trasformato in residenza nobiliare. L’origine di questo edificio risale al XIII secolo, quando Martín Arias, vescovo di Zamora, fondò un eremo dedicato a San Lorenzo, che più tardi si convertì in modesto romitorio dell’Ordine Francescano, circondato da fitti rovereti. Il palazzo possiede giardini esterni con una grande ricchezza e varietà botanica. Ma un elemento di particolare importanza del palazzo, per quanto riguarda i giardini, è il chiostro. Questo spazio dalla forma quasi quadrata, circondato da un portico aperto al piano inferiore e da una veranda la piano superiore, presenta un vialetto lungo il perimetro, che racchiude un giardino di bossi potati che formano dei disegni. Questi ultimi, con il passare degli anni sono diventati degli strani geroglifici il cui significato è difficile da decifrare.

 

A seguire, passeggiata guidata del centro di Santiago de Compostela, dove nel IX secolo il vescovo Teodomino scoprì la tomba dell’Arcivescovo Giacomo nella quale , secondo la profezia, avrebbe brillato una stella (Campus stellae, da cui Compostela). La città è famosa per rilevanza culturale, architettonica e religiosa.

Alle ore 12.00 messa del pellegrino presso la Cattedrale di Santiago con il rito del “Botafumeiro”: un gigantesco incensiere appeso ad una corda che pende al centro della chiesa, viene fatto oscillare tra i bracci del transetto; prende così velocità grazie all’opera di otto uomini, i tiraboleiros, che muovono le corde.

Tempo a disposizione per la seconda colazione libera nel centro di Santiago.

Nel pomeriggio partenza per Cambados per la visita di Pazo de Fefiñanes, con le sue celeberrime cantine dove sarà offerta una degustazione. Costruito nel XVII secolo da Don Juan Sarmiento Valladares, consigliere di Filippo II, il palazzo ha una struttura armoniosa con il porticato e il torrione in stile classico. Nel XVII secolo furono effettuati dei lavori per arricchire la struttura su commissione di Gonzalo Vallardes. Più tardi il palazzo passò di proprietà ai marchesi Figueroa, dei quali spicca il vessillo della casata nobiliare sulla facciata del Pazo.
Partenza alla volta di Pontevedra, con breve sosta a Combarro per ammirare la costa degli Horreos (granai). Sull´affioramento granitico si ergono le piccole case di marinai con delicati lavori di scalpello. Sono piacevoli le belle balconate di pietra di gusto barocco ispirato all´architettura delle case avite. Gli hòrreos sono costruzione caratteristiche delle Asturie e della Galizia. Nella zona tra Santiago e Finisterre gli horreos sono bellissimi perché ogni componente è realizzata in pietre posate a secco. Se ne contano una trentina e formano uno dei maggiori insiemi della Galizia con, inoltre, la peculiarità della loro ubicazione costiera.
Sistemazione presso il Parador de Pontevedra**** .
Cena e pernottamento in hotel.

Giorno 4

Prima colazione in hotel.

Giornata dedicata ad un circuito di splendidi palazzi con giardini e camelie nel territorio di Pontevedra.

Visita del bel Pazo Quinteiro da Cruz, con la sua straordinaria collezione di camelie. Il Palazzo rappresenta un ragguardevole esempio di architettura aristocratica neoclassica galiziana. I giardini sono stati disegnati alla fine del diciannovesimo secolo da Dorgambide, un architetto paesaggista di origine francese ed una parte è stata creata più tardi  per volontà della proprietario che ha voluto inserire una straordinaria collezione di camelie e di altre piante provenienti da diverse parti del mondo.

Seconda colazione libera nell’affascinante e poco conosciuta città di Pontevedra, da sempre sviluppatasi attorno al mare e alle sue attività, fin dal tempo della dominazione romana, un intrico di stradine lastricate e piazzette abbracciate da portici.

Dopo pranzo visita al Pazo de Saleta, il cui giardino è soprattutto frutto del lavoro di passione del preciso giardiniere  Robert Gimson. Il palazzo è consacrato alle camelie. Una coppia di inglesi ricevette nel 1968 l’incarico di piantare nei giardini di questo “pazo” numerose piante esotiche, tra cui camelie. Da allora, più di 200 varietà regnano sovrane in questo luogo.

A seguire, visita di Pazo de Rubiáns, una bella residenza di origine medievale, che conserva camelie secolari gialle, bianche, fucsia e rosse. Possiede la famosa varietà “Eugenia de Montijo”, così chiamata in onore di quell’imperatrice dai capelli rossi nata a Granada. Al termine della visita, tappa all’isola De La Toja per una cena al ristorante Rias Gallegas sul mare.

Rientro in Hotel e pernottamento.

Giorno 5

Prima colazione in hotel e partenza con i bagagli.

Trasferimento a Vigo, caratteristica cittadina sul mare. Visiteremo di El pazo museo Quiñones de León dove potremo ammirare la maggiore collezione di pittura galiziana e magici giardini, con un bel viale costeggiato da una doppia fila di camelie, dedicato allo studioso Antonio Odorizola.

Tempo a disposizione per una seconda colazione libera.

Nel pomeriggio trasferimento a Porto.

Arrivo in serata e sistemazione presso la Residenza Carris Porto Ribeira**** nel cuore del centro storico della città con la vista sul fiume Douro.

Cena al ristorante O Commercial, un elegante locale situato in un antico edificio del centro.

Rientro in Hotel e pernottamento.

Giorno 6

Prima colazione in hotel

In mattinata trasferimento a Vila Real per la visita della Fundação Casa de Mateus  e dei suoi giardini.

La Casa de Mateus è una costruzione che risale alla prima metà del XVIII secolo, progettata da Nicolás Masoni. È considerata l’opera maestra dell’architettura barocca portoghese e oggi è un museo composto da diverse sale, piene di mobili antichi, molti oggetti d’argento e ceramica, dipinti dei secoli XVII e XVIII e una biblioteca.

La casa è gestita dalla Fondazione Casa de Mateus e vi si organizzano eventi musicali e artistici. Bellissimi sono i giardini che la circondano con i loro alberi, fiori, laghi e fontane perfettamente curati.

Pranzo presso l’esclusivo ristorante Quinta De Paco presso la Villa Real Casa Mateus. Partenza dall’aeroporto o dalla Stazione Ferroviaria di Oporto.

Fine dei servizi.