GIARDINI ITALIANI

CONDIZIONI

LA QUOTA COMPRENDE

  • Due notti in Hotel con trattamento di pernottamento e prima colazione;
  • Tutte le cene in Hotel;
  • Aperitivo presso il Residence Bonotto;
  • Pranzo presso ristorante tipico di Castel Flambruzzo;
  • Servizio di guida parlante italiano per tutta la durata del tour;
  • Bus a disposizione per l’intero tour;
  • Ingressi e le visite guidate ai giardini e ai monumenti menzionati nel tour;
  • Assistenza Promotuscia;
  • Assicurazione medico-bagaglio.

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • Volo aereo;
  • Bevande ai pasti;
  • Facchinaggio in hotel;
  • Tassa di soggiorno in Hotel;
  • Extra, mance e tutto quanto non espressamente menzionato nella voce “La quota comprende”;

HOTEL

ITINERARIO

RESIDENZE STORICHE VENETE E TRIESTE

Un tour tra storia e giardini. A far da sfondo l’elegante e fascinosa città di Trieste.

Giorno 1

Arrivo all’aeroporto di Venezia o Torino e incontro con l’accompagnatore.
Sosta a Treviso per la visita di Villa Tiepolo Passi.

È davvero gradevole e insolita l’atmosfera di questa villa dovuta, soprattutto, al fatto d’essere una casa abitata, vissuta e amata, dove ancora c’è il lavoro della campagna e quello del giardino, il fervore degli artigiani, l’attività del brolo.
La storia e le memorie del passato si legano intimamente ai ricordi e alle vicende presenti, creando un bellissimo affresco, per molti versi ancora integro, di quello stile di vita che prese il nome di “civiltà di villa”.

A seguire piacevole tappa presso il Vivaio Priola. L’azienda è presente da tempo nel settore della produzione di piante erbacee perenni e graminacee ornamentali. Iniziata l’attività, agli inizi degli anni ‘70, dai titolari Pier Luigi e Gabriella spinti all’inizio dalla passione per il lavoro e la produzione di solo alcune varietà e, poi, nel tempo ampliata la gamma degli articoli trattati, tramite la ricerca anche sui mercati esteri, ha portato l’azienda ad una specializzazione accurata delle varietà prodotte.
In serata arrivo a Trieste.
Sistemazione presso l’elegante Hotel Victoria****.
Cena e pernottamento in hotel.

Giorno 2

Prima colazione in Hotel.
Incontro in hotel con la guida. In mattinata visita del Castello di Miramare, circondato da un rigoglioso parco ricco di pregiate specie botaniche, gode di una posizione panoramica incantevole, in quanto si trova a picco sul mare, sulla punta del promontorio di Grignano che si protende nel golfo di Trieste a circa una decina di chilometri dalla città.
Voluto attorno alla metà dall’Ottocento dall’arciduca Ferdinando Massimiliano d’Asburgo per abitarvi insieme alla consorte Carlotta del Belgio, offre la testimonianza unica di una lussuosa dimora nobiliare conservatasi con i suoi arredi interni originari.

Rientro a Trieste.
Il pomeriggio sarà dedicato a Trieste con la visita della città.
É dalla sua storia che bisogna attingere per comprendere lo spirito triestino e per bellezze artistiche. Città dalle origini romane, passando per il lungo periodo della dominazione asburgica, ai conflitti mondiali fino alla dichiarazione di città italiana. Un susseguirsi di popoli, mentalità e culture che si riflettono ampiamente nella Trieste di oggi.  Dal Colle San Giusto alla bellissima Piazza Unità d’Italia, passando dalla Piazza della Borsa al Borgo Teresiano, ammirando le azzurre cupole della chiesa Serbo-ortodossa e degustare un ottimo caffè. Merita una visita anche il suggestivo ex opp San Giovanni ora roseto comunale . Nel 1908 viene inaugurato a Trieste l’ospedale psichiatrico cittadino, situato all’interno del Parco di San Giovanni. Negli anni Settanta il Parco diventa il luogo dell’innovazione e del cambiamento: è qui, infatti, che si realizza una rivoluzione di portata internazionale nel campo della psichiatria, grazie a Franco Basaglia e ai suoi collaboratori. L’ospedale e il Parco si aprono alla città: i malati sono liberi di uscire e i cittadini di entrare. Oggi Parco e città sono un giardino aperto, un laboratorio di imprenditoria sociale, di attività assistenziali e creative, di proposte culturali e di alta formazione. A San Giovanni si possono ammirare rose dedicate a personaggi famosi e altre interessanti, oltre che per la loro bellezza, perché ottenute in periodi storici importanti. Sono presenti molte varietà ottenute da ibridatori europei come inglesi, tedeschi, francesi, olandesi e altri ma anche americane e giapponesi. Molte sono le rose italiane difficili da reperire attualmente.
Cena in locale tipico a Trieste.
Pernottamento in hotel.

Giorno 3

Prima colazione in hotel.
Trasferimento al Castello di Flambruzzo con accoglienza da parte del duca Gian Luca Badoglio visita del vasto parco all’inglese con rarità botaniche e solcato dalle cristalline acque dello Stella.
Il duca ci accompagnerà nel secolare parco di risorgiva e attraverso le sale del maniero ricco di memorie storiche. Ed è appunto un viaggio nella memoria quello che il duca conduce, partendo dalle origini del castello nel 1258 per arrivare sino alla fine della seconda guerra mondiale quando il nonno, il maresciallo d’Italia Pietro Badoglio, divenne capo del Governo nel momento più critico per il nostro Paese. Si potranno seguire le storie dei conti di Codroipo, proprietari del castello dal 1466 al 1912, quelle dei conti Rota di San Vito al Tagliamento, assieme alle famiglie Rinaldis e Bertoli, per finire con la storia del più grande militare italiano. Appassionato storico, Gian Luca Badoglio ha appena pubblicato un libro sulla battaglia di Caporetto per le edizioni Gaspari di Udine, il duca svolge il racconto attraverso memorie familiari, leggende e annotazioni naturalistiche legate ad uno dei più bei parchi italiani.
A seguire faremo tappa per una visita guidata del vivaio-giardino della Botanica Santa Marizza con il laboratorio-atelier dell’artista e paesaggista Ruggero Bosco. Una eccezionale collezione di piante da ombra, rose antiche e botaniche ma il vivaio è anche il laboratorio-atelier dell’artista e paesaggista Ruggero Bosco, che insieme alla moglie organizza corsi di decorazione, passeggiate e workshop di riflessione sulla cultura del verde.
Seconda colazione inclusa in caratteristico locale.

Nel pomeriggio sosta a Gorizia.
Visita di Palazzo Lantieri nel centro storico di Gorizia, immerso in uno scenario suggestivo: visitare questa prestigiosa dimora storica, in cui modernità e tradizione trovano la giusta dimensione, costituisce un’esperienza unica. Le ampie e raffinate stanze che in passato accoglievano reali, imperatori e scrittori come Goethe, Goldoni e Casanova
In serata rientro a Trieste.
Cena e pernottamento in hotel.

Giorno 4

Prima colazione in hotel e partenza con i bagagli.
Trasferimento a Maser per visitare Villa di Maser (Villa Barbaro) che non è solo uno dei capolavori di Andrea Palladio, l’architetto che nel XVI secolo rivoluzionò il modo di concepire l’architettura, è una casa viva, abitata dai proprietari, al centro di una fiorente azienda agricola i cui vini sono esportati in tutto il mondo.
Scopriremo la bellezza degli affreschi di Paolo Veronese, la Cantina Storica, il Tempietto del Palladio,  o la Collezione di Carrozze.

Di seguito trasferimento presso la Residenza Bonotto. La famiglia Bonotto accoglierà il garden Club di Casale nella splendida proprietà.
Aperitivo offerto nella Residenza.
Al termine della visita, fine dei servizi e trasferimento in aeroporto o stazione ferroviaria.