GIARDINI ITALIANI

CONDIZIONI

LA QUOTA COMPRENDE

  • Tre pernottamenti in Hotel con prima colazione;
  • Tutte le cene;
  • Aperitivo e cena alla Locanda Margon;
  • Degustazione all’Abbazia di Novacella;
  • Degustazione di vini presso la tenuta S. Leonardo;
  • Tutti i trasferimenti;
  • Ingressi ai giardini e visite guidate come da descrizione del tour;
  • Assicurazione Medico-bagaglio;
  • PromoTuscia Customer Service.

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • Volo aereo;
  • Bevande ai pasti;
  • I Pranzi;
  • Facchinaggio in hotel;
  • Tassa di soggiorno in Hotel;
  • Extra, mance e tutto quanto non espressamente menzionato nella voce “La quota comprende”;

HOTEL

ITINERARIO

TRENTO E RIVA DEL GARDA

Giorno 1

Arrivo alla stazione ferroviaria di Trento o all’aeroporto e trasferimento al Grand Hotel Trento **** per il check in.
Partenza per le Cantine Ferrari e Villa Margon, di proprietà della famiglia Lunelli. La visita alle cantine è un viaggio nel cuore della tradizione delle bollicine italiane, che ci consente di carpire i segreti della magica trasformazione dello Chardonnay delle colline del Trento in un vino effervescente e dorato conosciuto come “perlage”. All’entrata delle cantine i visitatori potranno ammirare l’opera scultorea denominata “Centenarium Ferrari”dell’artista Arnaldo Pomodoro per poi continuare quest’affascinante viaggio in corridoi senza fine tra bottiglie e botti.
Di seguito visita a Villa Margon, fortemente voluta dalla famiglia Lunelli, (è la sede del Gruppo) essa simbolizza il legame tra il brand Ferrari e l’arte. Non solo essa è una delle belle residenze nobili dell’area ma è considerata una delle più importanti eccellenze monumentali del Trentino, anche grazie alla sua storia e le leggende a cui è legata. Il complesso è contornato da boschi secolari e vigne sulle colline che circondano Trento. Durante gli anni del Concilio di Trento (1545-1563), Villa Margon ospitò cardinali e prelati provenienti da tutta Europa per quell’assemblea religiosa di importanza storica mondiale. Sembra che anche Carlo V fu uno degli ospiti illustri della dimora, come testimonierebbe il ciclo di affreschi sito all’interno. Il parco della villa, a causa della rigogliosissima e straordinariamente varia vegetazione può essere considerato un capolavoro della natura.
Aperitivo e cena presso l’elegante Locanda Margon, rinomata per la cucina raffinata (pasto incluso nel pacchetto).
Rientro in Hotel e pernottamento.

Giorno 2

Colazione in Hotel e partenza per Varna.
Visita all’Abbazia di Novacella. Il vescovo di Bressanone, Beato Armanno fondò questa mirabile abbazia nel 1142, da allora il monastero divenne osservante della regola agostiniana. Fin dalla sua fondazione l’abbazia offriva ospitalità ai pellegrini che si recavano a Roma o in Terra Santa. Grazie alla scuola del convento e il profondo interesse nella scienza e nell’arte tramndato, Novacella divenne presto un centro spirituale e culturale conosciuto in tutt’Europa. La ricca biblioteca e le varie attività di insegnamento svolte all’interno del Convitto ne sono la prova. L’abbazia è considerata  uno dei monasteri più interessanti e ben preservati del Tirolo. Una visita a questo luogo consente di attraversare i periodi più importanti della storia dell’arte tra Romanico, Gotico, Barocco e Rococò. Altro importante posto che fa parte del complesso è il giardino storico. I boschi, le vigne, e le cantine con la proficua attività di vinificazione permettono all’abbazia di Novacella di essere economicamente indipendente.

Al termine della visita degustazione di prodotti tipici dell’abbazia (inclusa nel pacchetto).
Di seguito trasferimento in Val di Non, famosa per i suoi meleti e successivamente tappa al Castello Thun, con la possibilità di avere un’audio guida. Il castello, costruito nella metà del XIII secolo, fu sede della potente famiglia dei Thun, la quale aveva in Val di Non e Val Del Solele proprie residenze. Il castello è situate sopra una collina vicino al villaggio di Vigo di Ton, in una bellissima e posizione panoramica e rappresenta un interessante esempio di architettura Castellana di Trento. La struttura civile-militare è tipicamente gotica e circondata da un complesso sistema di fortificazioni che comprende torri, bastioni, fossato e merlature. Di seguito trasferimento al Museo Muse.  La caratteristica più importante di quest’edificio disegnato da Renzo Piano è la forma del tetto che ricorda la ripidezza dei pendii montagnosi. E’ un museo futuristico che usa la metafora della montagna per raccontare la vita sulla Terra. Si inizia dalla cima: terrazza e piano 4 ci fanno incontrare sole e ghiaccio, per poi scendere ad approfondire le tematiche delle biodiversità, della sostenibilità, dell’evoluzione, fino al piano interrato e alla meraviglia della serra tropicale.​​​​​​​​​​​​​​​​  Vi è una sequenza di spazi e volumi, pieni e vuoti adagiati su una grande parete di acqua sulla quale sembrano galleggiare tra gli effetti di vibrazione di luce ed ombra.                                                A fine visita cena in ristorante tipico di Treno (incluso nel pacchetto).                                                             Pernottamento in Hotel.

Giorno 3

Colazione in Hotel e partenza per Rovereto.
Visita guidata al Museo Mart dove l’arte del ventesimo secolo è raccontata attraverso i capolavori esposti. Uno dei momenti più importanti della storia del Museo è stato nel 2013, quando ospitò una mostra dedicata a Antonello da Messina, sia per le eccezionali opere in mostra ma anche per il taglio insolitamente cronologico conferito all’esibizione gli sponsor internazionali di grande rilievo.
Di seguito spuntino alla caffetteria del Museo e trasferimento ad Avio per visitare la Tenuta San Leonardo, di proprietà della famiglia Guerrieri Gonzaga. Ha una storia millenaria, basti pensare che qui si tenne il matrimonio tra la principessa Teodolinda, figlia del re di Bavaria con Autari, re dei Longobardi. In base ai documenti già nel 900 l’esistenza di questo posto è data per certa, quando il vescovo di Verona garantì al vescovo di Trento una tenuta con boschi, vigne e campi situata a Campi Sarni. Nel 1215 il feudo passò ai monaci Crociferi, un ordine religioso diffuso fino al tardo Medio Evo he costruì il monastero e diede vita ad una fiorente attività agricola. L’unica testimonianza del monastero è l’abside romanica, che presenta archi elevati all’esterno e all’interno i resti di un affresco datato intorno al 1200, utilizzata al tempo come refettorio per i bisognosi. Oggi lo spazio è utilizzato per le botti.
Di seguito visita alla Tenuta e all’Orto delle Meraviglie, ideato da Palo Pejrone.
Degustazione di vini (inclusa nel pacchetto).
Al termine delle visite trasferimento con bus al lago di Garda.
Sistemazione alberghiera allo storico Grand Hotel Gardone ****, situato i una delle più belle località lacuali.
Cena e pernottamento.

Giorno 4

Colazione in Hotel.
Incontro con la guida, la Dott.ssa Costanza Lunardi, autorevole giornalista e collaboratrice storica del Magazine “Gardenia”, da sempre impegnata nella lotta alla salvaguardia dell’ambiente e della promozione culturale e paesaggistica del territorio.
Visita al pittoresco Parco Bonaspetti, accolti da  Raffale Bonaspetti, il qule mostrerà questo insolito e affascinante parco che si affaccia al lago e alle montagne attigue.
Tempo a disposizione per pranzare a Gardone (non incluso).
Al termine, visita al giardino botanico Hruska, di proprietà della Fondazione Heller. La passione per la botanica, le capacità e la tenacia di questo famoso personaggio, permisero di trasformare la vigna terrazzata in una cornice paesaggistica di grande charme. Centinaia di speci di piante da tutti i continenti sono presenti in questo giardino, dall’Africa alla Groenlandia passando per l’America, frutto dei numerosi viaggi effettuati da Hruska. Vi sono palme, yucca e piante tropicali assieme a piante che solitamente si trovano a duemila metri di altezza.
Trasferimento alla stazione ferroviaria di Trento o all’aeroporto e fine dei servizi.