GIARDINI ITALIANI

CONDIZIONI

LA QUOTA COMPRENDE

  • Due pernottamenti con colazione in Hotel;
  • Pranzo presso Villa Pisani in Vescovana;
  • Tutte le cene
  • Servizio di guida parlante italiano per tutta la durata del tour;
  • Bus a disposizione per l’intero tour;
  • Gli ingressi e le visite guidate ai giardini e ai monumenti menzionati nel tour;
  • Assistenza Promotuscia;
  • Assicurazione medico-bagaglio.

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • Volo aereo;
  • Bevande ai pasti;
  • Facchinaggio in hotel;
  • Tassa di soggiorno in Hotel;
  • Extra, mance e tutto quanto non espressamente menzionato nella voce “La quota comprende”;

HOTEL

ITINERARIO

PADOVA E TREVISO

Giorno 1

Arrivo alla stazione ferroviaria di Padova o all’aeroporto.
Visita a Villa Pisani in Strà. La magnifica villa della famiglia Pisani si affaccia sulle coste del Brenta e rappresenta una continuazione ideale con il il Canal Grande di Venezia sulla terraferma. Dopo aver ospitato nelle sue 114 stanze dogi, re ed imperatori, è diventato un museo nazionale al cui interno sono presenti pezzi di arredamento e dipinti del diciottesimo e diciannovesimo secolo tra cui il capolavoro di Giambattista Tiepolo “Gloria della famiglia Pisani”. L’affresco si trova sul soffitto del ballatoio. Il parco si trova a ridosso del Brenta e s estende su una superficie di 11 ettari con un perimetro esterno di 1500 metri. Il parco fu realizzato prima della villa dall’architetto Girolamo Frigimelica De’ Roberti da Padova che è anche l’autore del famoso labirinto. L’assetto del parco ricorda in qualche modo il modello francese applicato da André Le Notre a Versailles, intrecciandosi con la tradizione veneta del giardino murato dalle cui finestre e spiragli è possibile ammirare il Brenta. Il parco è stato completamente restaurato e vanta una ricca collezione botanica.
Al termine della visita sistemazione alberghiera presso l’Hotel Plaza **** di Padova.

Giorno 2

Colazione in Hotel e di seguito trasferimento a Asolo per visitare Villa Maser.
Vila Maser (già Villa Barbaro) è uno dei capolavori di Andrea Palladio (1508-80): dichiarata patrimonio dell’UNESCO è situata nel cuore della sua tenuta agricola, le cui storiche cantine producono vini di grande qualità. Le rose, il glicine e la bignonia rampicante accolgono festosamente gli ospiti all’entrata della villa. La visita continua agli interni della villa con i sei affreschi di Paolo Veronese, che rappresentano i suoi capolavori più famosi tra i quali il Nymphaeum con stucco di Alessandro Vittoria.
Nel pomeriggio visita a Villa Cà Marcello in Piombino Dese.
E’ uno splendido esempio di villa veneta ben conservato grazie all’impegno della famiglia nobile dei Marcello, che la fece costruire nel 1500. In seguito venne allargata, arredata e decorata finemente nel 1700. E’ situata nella vasta area del bellissimo parco ottocentesco.
Nel pomeriggio, il tour proseguirà con la visita della Villa Cà Marcello in Piombino Dese.
La villa conserva le decorazioni e gli arredi originali oltre a molti antichi cimeli ed è arricchita da quadri in stucco situati sul ballatoio, opere di Giambattista Crosato che fu un importante affrescatore veneto del ‘700.
Possibilità (come opzione) di vistare Villa Passi a Treviso.
L’atmosfera di Villa Tiepolo Passi è resa unica dal fervore degli artigiani e delle loro quotidiane attività di giardinaggio, di cura della fattoria e della terra coltivabile. Al giorno d’oggi la villa è ancora inabitata. La storia e le memorie del passato sono legate agli eventi del presente, creando una meravigliosa immagine ancora intatta dello stile di vita agreste che prese il nome di “Civiltà di Villa”.
Cena e pernottamento in Hotel.

Giorno 3

Colazione in Hotel.
Visita al Giardino della Contessa Marna Emo di Capodilista in Rivella.
La villa si trova all’entrata del Palazzo Comunale. A prima vista, mostra tutta l’eleganza delle colonne Palladiane e la geometrica severità dei bellissimi giardini verdi che la circondano, pieno di rose, magnolie e intervallate da due laghetti colmi di gigli.
Dopodichè visiteremo il giardino storico di Valzanzibio, di Galzignano Terme di Villa Barbarigo Pizzoni Ardemani.
Villa Barbarigo (anche conosciuta come Barbarigo Pizzoni Ardemani) è una villa veneziana del diciassettesimo secolo, commissionata dal nobile Francesco Zuane Barbarigo. Il parco ricopre una superficie di 15 ettari e rappresenta un raro esempio di giardino simbolico del diciassettesimo secolo, con un complesso sistema di fontane, ancora operative. Il giardino conta circa settanta statue con motti e aforismi impressi sulla base da Enrico Merengo, che includono la personificazione dei vari Tempo, Endimione, Argo, Tifeo e Polifemo. Il parco è attraversato da sentieri che portano alle fontane (tutte insieme ne sono sdeici, includendo quelle dei Fiumi, Eolo e i Venti) il labirinto di bossi, i laghetti, il ruscello, la galleria Caprini e i Palazzetti.
Ci sono circa 800 piante, tra cui alcune speci di rari alberi: 24 varietà di conifere, sedici alberi sempreverdi, alberi caduchi e altri tipi di cespugli. Recentemente il giardino ha ottenuto l’onore di un riconoscimento internazionale come “Il più Bel Giardino d’Europa”.
Di seguito visiteremo Villa Pisani a Vescovana, appartenente alla Signora Mariella Bolognesi Scalabrin. Alla fine del parterre, intorno alla residenza, vi è un’alta siepe che divide il “giardino istantaneo” dal pascolo e il parco.
Il parterre è attraversato da una strada che conduce alla “Ghiacciaia Naturale”, una fontana dedicata a Symonds, il giardino roccioso, le false rovine ruins (Tempio di Baal e Mura di Gerico), la cappella di famiglia (importante e unico esempio di gotico-elisabettiano costruito nel 1860 dallo scultore Antonio Gradenigo (scultore che lavorò per Jappelli nel Caffè Pedrocchi di Padova) e disegnato da Pietro Selvatico Estense, il teatro del diciannovesimo secolo e il piccolo tempio dedicato a S. Antonio. Al termine della visita, pranzo in villa.
Partenza per la stazione ferroviaria o l’aeroporto di Padova e fine dei servizi.