GIARDINI D’ EUROPA

CONDIZIONI

LA QUOTA COMPRENDE

  • Trasferimento da e per l’aeroporto Charles de Gaulle;
  • 4 notti in Hotel con prima colazione1 cena in locale selezionato;
  • Servizio di guida parlante italiano per tutta la durata del tour;
  • Bus a disposizione per l’intero tour;
  • Gli ingressi e le visite guidate ai giardini e ai monumenti menzionati nel tour;
  • Assistenza Promotuscia;
  • Assicurazione medico-bagaglio.

LA QUOTA NON COMPRENDE

  • Volo aereo;
  • Bevande ai pasti;
  • Facchinaggio in hotel;
  • Tassa di soggiorno in Hotel;
  • Extra, mance e tutto quanto non espressamente menzionato nella voce “La quota comprende”.

HOTEL

  • Maison Rouge **** – Strasburgo
ITINERARIO

PARIGI E DINTORNI

Itinerario tra i giardini parigini

Giorno 1

Arrivo all’aeroporto Charles de Gaulle. Incontro con la guida e partenza in pullman per Parigi.

Il tour inizia con una visita ai Giardini André Citroën, di 14 ettari, sorti nell’area che ospitava gli stabilimenti della Citroën, inaugurati nel 1993, all’epoca delle grandi opere di Mitterand.
E’ stato realizzato dai paesaggisti e dagli architetti Alain Provost, Gilles Clément, Patrick Berger, Jean-Paul Viguier et François Jodry ed è così suddiviso: – il giardino bianco, tra rue Saint-Charles et rue Balard; – il giardino nero, tra rue Saint-Charles et rue Leblanc; – il parco centrale (11 ettari) con i giochi d’acqua e le serre; – i 6 giardini seriali, sovrastati dai 6 piccole serre, sono dominati da un colore associato ad un metallo (il giardino blu-rame, il giardino verde-stagno, il giardino arancione-mercurio, il giardino rosso-ferro, il giardino argentato-argento, il giardino dorato-oro).
Se i tempi lo consentono, escursione in Bateau Mouche.

Cena libera e pernottamento in hotel.

Giorno 2

Prima colazione in hotel.
Mattina libera.

Trasferimento a Chaussy (65 km.). Visita dei giardini cinquecenteschi di Villarceaux, disegnati da Nicolas de Mornay. Tra le peculiarità del parco, la presenza di otto grandi statue in marmo provenienti da Villa d’Este di Como e da Villa Altieri di Roma.

Ritorno a Parigi.
Cena libera e pernottamento.

N.B.
La visita dei Jardins de Villarceaux é possibile unicamente tra le ore 14 e le 17

Giorno 3

Prima colazione in hotel
Arrivo a Fontaine La Soret nei pressi di Rouen (Km.130) e visita ai giardini del castello omonimo. L’estesa tenuta con giardini, terrazze e bosco inglese, risale al XVIII secolo. Gli ultimi proprietari, i Conti De Boisgelin, affidarono il restyling all’architetto inglese Russel Page a cui gran parte della tenuta deve il suo attuale aspetto.

Spostamento a Le Neubourg per visitare il giardino del Castello di Champs de Bataille. Ripreso probabilmente da una bozza di Le Nôtre, il grande giardino fu poi progettato da Jacques Garcia. Suo intento era quello di creare un’opera contemporanea fondata su schemi d’impronta seicentesca. Il parco infatti appare al visitatore come un’area moderna che sboccia all’interno di una struttura classica.

Possibilità di seconda colazione in ristorante all’interno del castello.

Visita di Rouen.

Rientro in hotel, cena inclusa presso il Restaurant Chez Clement, zona Opera.

Giorno 4

Prima colazione in hotel

La  mattinata è in parte dedicata al Marais, il Quartiere ebraico, considerato il più chic di Parigi e al Museo di Picasso, situato nell’ Hotel Salé.  L’Hotel è esso stesso un monumento storico costruito tra il 1656 e il 1659. Nel suo interno un’enorme collezione dei lavori dell’artista, la testimonianza più evidente della sua geniale poliedricità: 203 dipinti, 191 sculture, 85 ceramiche, and più di 3000 disegni, incisioni, manoscritti. Il museo è organizzato in sequenze cronologiche, è distribuito su diversi piani e comprende un giardino di sculture. Da non perdere la famosa Place des Vosges e il suo giardino, nella stessa zona.

Spostamento al Museo d’Orsay, dove, a scelta, si potrà decidere se effettuare una breve visita e dopo le 14,00 dedicarsi allo shopping oppure trattenersi nel museo. La guida è a disposizione sino alle 14,00.

Il museo d’Orsay è un museo nazionale aperto al pubblico il 9 dicembre 1986 per mostrare, in tutta la sua diversità, la creazione artistica del mondo occidentale dal 1848 al 1914. Esso è stato allestito con collezioni nazionali provenienti prevalentemente da tre istituti:
– il museo del Louvre per le opere di artisti nati a partire dal 1820 o che si imposero nel mondo dell’arte durante la Seconda Repubblica;
– il museo del Jeu de Paume dedicato dal 1947 all’impressionismo;
– ed infine il museo nazionale d’Arte moderna che, quando si è installato nel 1976 presso il Centro Georges Pompidou, ha conservato soltanto le opere di artisti nati dopo il 1870.
Cena libera e  pernottamento in hotel.

Giorno 5

Prima colazione e partenza con i bagagli.

Visita a Rueil Malmaison, a 15 km. da Parigi, conosciuta per il Castello della Malmaison, proprietà dell’imperatrice Joséphine Beauarnais, che lei acquistò nel 1799. Joséphine fece risistemare il castello e la Malmaison divenne il centro di una vita mondana e culturale molto attiva. Ella vi fece costruire una serra calda per le specie esotiche più rare e realizzò un roseto unico nel suo genere.

Arrivo all’aeroporto e fine dei servizi.